domenica 22 luglio 2018

Provo a riannodare i fili

Provo a riannodare i fili di un discorso che ho interrotto bruscamente, troppo bruscamente per dirla tutta. E lo faccio in nome di quello stesso bisogno-pulsione che portò, anni fa oramai, alla nascita del blog cronachediunaprof.
 Scrivere serve innanzitutto a me ... per riordinare pensieri e sentimenti, per razionalizzare ondate di eventi che rischiano di veder prevalere solo ed esclusivamente l'elemento emotivo (il che non sempre è positivo), per veicolare in maniera proficua energie che potrebbero - altrimenti - risultare sprecate in ragione di un tran tran che ti risucchia in un vortice scandito da urgenze, imprevisti, colpi a sorpresa. Insomma, da tutto ciò che la vita ti riserva anche per ricordarti, minuto dopo minuto, che puoi metter su tutti i progetti inappuntabili, inattaccabili, inossidabili che vuoi, ma dietro l'angolo c'è sempre e comunque l'imperscrutabile, l'imponderabile.